Come rafforzare le difese immunitarie in inverno

Il sistema immunitario è il principale strumento di cui il nostro organismo dispone per contrastare l’attacco da parte di agenti patogeni come virus e batteri. È quindi essenziale mettere in atto ogni strategia per mantenerlo forte e in buona salute, cercando di rafforzarlo quando è più debole, anche in relazione al periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

In concomitanza con i cambi di stagione, e in particolare con l’arrivo dell’inverno, le difese immunitarie tendono ad abbassarsi. È proprio durante la stagione fredda che i virus proliferano a causa delle particolari condizioni climatiche (temperature basse, sbalzi di temperatura, concentrazione di persone negli spazi al chiuso).

Nei mesi a cavallo tra autunno e inverno è fondamentale cercare di rinforzare le difese immunitarie adottando buone abitudini quotidiane di vita sana. In particolare bisogna prestare attenzione ai seguenti aspetti:

  • Alimentazione: in inverno si deve seguire un’alimentazione il più possibile equilibrata e ricca di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti prediligendo frutta a verdura contenenti vitamina C, cereali, spezie, ma anche aglio e cipolla (hanno un potente effetto antibatterico); 
  • Stile di vita: è importante cercare di allontanare le potenziali situazioni di stress (può causare un ulteriore abbassamento delle difese immunitarie), favorire il riposo, evitare il fumo e l’abuso di alcool;
  • Attività sportiva: praticare sport in modo costante è un toccasana anche in inverno (anche e soprattutto se praticato all’esterno) perché irrobustisce il sistema immunitario.

Se alimentazione e stile di vita sano non bastano, per la prevenzione dei malanni invernali risulta benefico assumere integratori specifici per sostenere il sistema immunitario. Alla base degli integratori più indicati a questo scopo ci sono le vitamine, i minerali e gli immunostimolanti. 

Vediamo insieme quali sono e qual è il loro contributo. 

L’importanza di vitamine e minerali per rinforzare le difese immunitarie

Vitamine e minerali sono dei micronutrienti molto importanti per il rafforzamento delle nostre difese immunitarie. Per questo è utile integrare l’alimentazione assumendo integratori a base di vitamine e minerali. In particolare sono molto efficaci i seguenti:

  • Vitamina C: è contenuta in molti alimenti vegetali, tra cui agrumi, kiwi, cavoli, broccoli, uva, peperoncino, rucola, erba cipollina;
  • Vitamina D: la si trova in alcuni alimenti di origine animale (olio di fegato di merluzzo, pesci grassi, tuorlo, burro e formaggi;
  • Vitamina B6: è contenuta in cereali e farine integrali, negli spinaci, nei broccoli e nella frutta secca;
  • Selenio e Zinco: svolgono un’importante azione di protezione dall’attacco dei radicali liberi; sono contenuti in pesce e carne, grano, avena e legumi;
  • Ferro e Rame: aiutano l’immunità cellulare e la produzione di anticorpi; il ferro è contenuto in carne bovina, uova, lenticchie, acciughe, sarde, tonno; il Rame in fegato, funghi, lenticchie, mandorle;
  • Glutammina: è un aminoacido essenziale per la sintesi del Glutatione (GSH); lo si trova in uova, riso e latte;
  • Arginina: è un aminoacido presente nella frutta secca, nelle uova, nel pesce, nella carne e nei legumi.

Un aiuto per rafforzare le difese immunitarie: gli immunostimolanti 

Vengono definite “immunostimolanti” le sostanze in grado di intervenire sull’organismo rafforzando le difese a livello immunitario. Essi appartengono a un gruppo eterogeneo di sostanze che comprendono farmaci, nutrienti ed estratti vegetali.

L’azione stimolante svolta dagli immunostimolanti risulta particolarmente utile durante la stagione invernale, per prevenire l’insorgenza di sintomi influenzali e infezioni virali.

Gli immunostimolanti sono altresì efficaci nel trattamento di diverse malattie che comportano un calo delle difese immunitarie: patologie recidivanti come l’herpes, il fuoco di Sant’Antonio, le candidosi, la mononucleosi, infezioni respiratorie croniche o ricorrenti (come a esempio la bronchite) o altre cause generali di immunodepressione.

Tra le sostanze immunostimolanti risultato particolarmente efficaci gli estratti botanici. Tra questi ci sono ad esempio la quercetina, l’echinacea, il sambuco, il ginseng, il ribes e l’astragalo.

  • Quercetina: è un flavonoide tra i più comuni, presente in numerose specie vegetali (ippocastano, calendula, biancospino, camomilla, iperico e Ginkgo biloba) dall’elevato potere antiossidante e antinfiammatorio (secondo uno studio internazionale fungerebbe anche da inibitore nei confronti del virus responsabile del Covid-19);
  • Echinacea: è un genere di piante erbacee che ha un ruolo di primo piano nel rafforzare le difese immunitarie; aiuta l’organismo a combattere affezioni influenzali e raffreddore;
  • Sambuco: è un concentrato di proprietà salutari ad azione anti-infiammatoria e anti-virale, sia in fase preventiva sia curativa; viene assunto comunemente sotto forma di succo puro;
  • Ginseng: ricco di vitamina B e C, la sua radice è una miniera di principi attivi; sostiene il sistema immunitario e contrasta la formazione di radicali liberi;
  • Ribes: ricco di Vitamina C e minerali, è un potente anti-ossidante che contribuisce al buon mantenimento del sistema immunitario;
  • Astragalo: è una pianta perenne molto comune, ricostituente tipico della medicina cinese; svolge un’ottima un’azione antivirale e immunostimolante contro i virus; lo si può usare in gocce, in compresse o in capsule.