Capelli perfetti sotto il sole: i consigli della tricologa

Ogni anno, con l’avvicinarsi dell’estate, si parla molto delle regole da seguire per una corretta esposizione al sole e per evitare danni alla pelle; si parla invece sempre molto poco delle attenzioni specifiche di cui hanno bisogno i capelli.

Capelli e sole vanno d’accordo? Cosa fare per proteggerli ed evitare di trovarsi con capelli secchi e sfibrati a fine stagione? Ne parliamo qui con la dottoressa Deanna Draghetti, tricologa specializzata della direzione scientifica di Vivipharma.

Parliamo di capelli e sole: che effetti può avere un’eccessiva esposizione dei capelli al sole? E se agli effetti del sole si aggiungono quelli di cloro e salsedine?

Un’esposizione solare prolungata può danneggiare la pelle così come i capelli: anche se schermata dai filtri solari, la pelle tende a disidratarsi, i capelli tendono ad inaridirsi. Gli effetti sui capelli sono evidenti: l’azione del sole altera la struttura della fibra capillare, ma può danneggiare anche il cuoio capelluto. In generale, la secchezza è dovuta alle ghiandole sebacee del cuoio capelluto che non producono abbastanza sebo; in estate questo fenomeno si intensifica a causa dell’azione disidratante dell’acqua di mare, della sabbia, del cloro delle piscine, del vento e dei raggi solari che riducono la componente lipidica del capello favorendo l’apertura delle squame della cuticola: il capello risulta così più opaco, con numerose doppie punte e più soggetto alla rottura. Un ulteriore danno è causato dalla foto-ossidazione della melanina, il pigmento naturale prodotto dai nostri follicoli piliferi: la foto-ossidazione solare modifica il colore naturale dei capelli, che in alcuni casi finisce per schiarirsi di 2 o 3 toni, con una diminuzione dell’effetto protettivo. A questo si aggiungono le aggressioni esterne a cui il cuoio capelluto è maggiormente esposto nel periodo estivo, che non fa altro che incentivare la caduta dei capelli al rientro dalle vacanze.

Le classiche doppie punte: meglio tagliarle prima o dopo una vacanza al mare?

Per le doppie punte il consiglio è quello di prevedere un taglio sia prima sia dopo una vacanza al mare: una spuntatina almeno una o due settimane prima di partire per eliminare le doppie punte; al rientro in città basterà un piccolo taglio per rivedere e accorciare le lunghezze. Un’altra cosa importante è proteggere i capelli con prodotti specifici mentre si è in vacanza: ad esempio con Lifting Oil, che forma un film protettivo sui capelli e previene la formazione delle doppie punte.

Quali sono i prodotti più indicati per proteggere i capelli dal sole in estate? Ci sono dei principi naturali che aiutano?

Gli oli protettivi per capelli sono utili perché creano un vero e proprio film schermante sui capelli: essi infatti idratano, nutrono e prevengono le doppie punte. Come Lifting Oil, a base di oli vegetali da Moringa ed Elaeis guinensis, ricchissimi in vitamine, dalla consistenza leggera, secca, che non unge i capelli, oppure l’Emulsione Protettiva alla cheratina con funzioni ristrutturanti e riparative o il tonico Energizzante Azione Pigmento a base di savila (Aloe vera), che ha un’azione antiossidante, contrasta la foto-ossidazione del capello e impedisce al colore di “scaricare”. Non vanno comunque dimenticate le buone regole generali per la cura dei capelli: sciacquarli con acqua dolce dopo ogni bagno in mare, fare uno shampoo delicato e idratante per eliminare polvere, sabbia, salsedine e sudore (ad esempi con lo shampoo Neutro ad azione delicata della linea Science), e applicare una dose generosa di crema districante passando un pettine a denti radi e sciacquando a lungo. Un’altra buona abitudine è quella di applicare, almeno una volta alla settimana, una maschera ristrutturante a base di proteine, vitamine, oli e aminoacidi solforati.

È possibile contrastare gli effetti dannosi dei raggi solari nei confronti dei capelli o contenerli con l’alimentazione?

È utile e assumere periodicamente un integratore alimentare per preparare la pelle ai raggi solari e aiutare la produzione di cheratina, come Glycovit Derma H, che contiene vitamine A, C, E, cistina e metionina (aminoacidi che compongono la cheratina dei capelli), ferro, zinco e selenio, antiossidanti utili per proteggere pelle e capelli, prevenendone la caduta. Oppure Dermaforte, ricco di estratti di miglio, zinco e rame che favorisce crescita, allungamento e infoltimento dei capelli, oltre a proteggere il colore e la formazione di doppie punte. È consigliabile curare anche la dieta, assumendo cibi ricchi di vitamina B1 e zinco, in grado di riequilibrare la produzione di sebo e di proteine, i cui aminoacidi sono importanti per la formazione della cheratina.

In caso di capelli eccessivamente danneggiati dal sole l’unica soluzione è il taglio?

Se i capelli risultano molto danneggiati dall’azione del sole non sempre è necessario fare un taglio drastico. Anche qui ci vengono in soccorso molecole preziosissime quali la cheratina, gli aminoacidi, le proteine, insieme a lipidi e oli vegetali che opportunamente concentrati e resi biodisponibili in detergenti, maschere, emulsioni, gocce, lozioni e creme, sono estremamente efficaci nel restituire ai capelli forza, vigore, bellezza e colore. La nostra linea Science propone ad esempio il Ristrutturante Setificante con Amla oil (shampoo + maschera), la Crema Districante, l’Energizzante Azione Pigmento con Aloe vera (shampoo + lozione), il Protettivo alla cheratina (shampoo + emulsione) e il Collagene (olio + shampoo).